Fermer
banniere_karch01.jpgbanniere_karch02.jpgbanniere_karch03.jpgbanniere_karch04.jpgbanniere_karch05.jpgbanniere_karch06.jpgbanniere_karch07.jpgbanniere_karch08.jpgbanniere_karch09.jpg

Migrazioni di anfibi

In primavera, non appena le temperature nelle notti umide salgono di pochi gradi sopra lo zero, diversi anfibi (rane, rospi e tritoni) si mettono in marcia verso i propri luoghi di deposizione. Numerose specie possono percorrere tratte lunghe anche qualche chilometro per portarsi dai rifugi invernali fino ai luoghi di deposizione. Così facendo gli animali sono spesso costretti ad attraversare sentieri e strade. 
Siccome gli anfibi, protetti in tutta la Svizzera poiché minacciati d'estinzione, di norma si spostano in gruppo, vengono schiacciati in grandi quantità dalle automobili; cosa che pregiudica ulteriormente la loro sopravvivenza. In Svizzera ogni anno più di 100'000 anfibi vengono soccorsi sulle strade da gruppi di volontari. Tuttavia sono ancora molte le strade non presidiate. Il karch esorta pertanto i conducenti, se possibile, a evitare i tratti dove avvengono le migrazioni, utilizzando percorsi alternativi, o quanto meno a percorrerli a passo d'uomo (30 km/h). 

Gli anfibi hanno bisogno della nostra protezione e del nostro aiuto.

Sono ormai trascorsi più di 30 anni, da quando i primi osservatori hanno attirato l'attenzione sulla morìa di anfibi sulle strade. E da circa 35 anni numerosi gruppi di soccorso hanno iniziato e continuano a occuparsi del problema, non da ultimo rendendo gli anfibi ampiamente popolari in grandi cerchie della popolazione.

La migrazione primaverile degli adulti dal rifugio invernale al luogo di riproduzione è molto appariscente e pertanto ben conosciuta. Meno visibile, e quindi meno noto, è il ritorno all'habitat terrestre, anche perché spesso contemporaneo alla prima. La migrazione dei nuovi nati dal luogo di nascita all'habitat terrestre, che ha luogo da giugno a luglio, è pure assai poco nota, a meno i giovani non migrino in massa, un avvenimento chiamato popolarmente "pioggia di rane". Inoltre, alcune specie, in particolare la Rana temporaria, cercano già in autunno un rifugio invernale nelle vicinanze delle acque di deposizione, fatto che può portare a migrazioni irregolari e appariscenti anche tra la fine di agosto e la prima metà di novembre. Se un gran numero di animali si muove nella stessa direzione e deve così attraversare una strada ben trafficata, non è quindi raro assistere anche a un massacro autunnale.

 

Azioni di salvataggio degli Anfibi

Da più di 35 anni in Svizzera vengono organizzate in più luoghi azioni di salvataggio. A metà febbraio, lungo le strade toccate dal problema, vengono installate barriere provvisorie di contenimento e interrati secchi di raccolta. Durante il periodo migratorio, dal crepuscolo fino a notte inoltrata, soccorritori volontari trasportano gli animali da una parte all'altra della strada. A seconda della meteorologia, in primavera tali luoghi vengono controllati per più settimane. In alcuni di essi sono stati costruiti sottopassaggi per anfibi fissi, così che gli animali possono attraversare le strade in sicurezza anche senza un'assistenza costante. Purtroppo, diverse postazioni costruite a questo scopo si sono dimostrate funzionare in maniera insufficiente. La costruzione di tali strutture richiede infatti una scrupolosa pianificazione da parte di un esperto e presuppone buone conoscenze sulle popolazioni locali. Poiché queste infrastrutture sono molto costose e le caratteristiche dei luoghi spesso sfavorevoli, non è possibile costruirle in ogni zona di migrazione. Diverse aree devono quindi comunque far capo ad azioni di salvataggio con recinzioni temporanee.

Al karch sono noti attualmente circa 1'000 tratti stradali distribuiti in tutta la Svizzera, lungo i quali vi sono migrazioni di anfibi. Alcuni di essi sono provvisti di sottopassaggi fissi, ma la maggior parte è presidiata da gruppi organizzati di soccorritori. Purtroppo alcuni tratti sono ancora scoperti.
Circa 200 gruppi di soccorso trasmettono regolarmente al karch i loro dati statistici, dai quali risulta che ogni anno vengono trasportati - e dunque salvati - oltre 150'000 anfibi!

Un grazie di cuore a tutti i soccorritori volontari!

Siti di migrazione degli anfibi in Svizzera

Tutti i siti di migrazione degli anfibi conosciuti dal karch e la possibilità di raccogliere dati di migrazione: Siti di migrazione degli anfibi in Svizzera.


Siti di migrazione degli anfibi in Svizzera

 

 

Misure di protezione per gli anfibi lungo le vie di transito

Ulteriori informazioni su:

  • Misure temporanee
  • Misure permanenti
  • Nessuna misura

passage à amphibien

 

Akzeptanz- und Erfolgskontrolle von Amphibientunneln

  • Wie gut erfüllen Amphibientunnel und -Leitsysteme ihren Zweck? Akzeptanz- und Erfolgskontrolle unterschiedlicher Anlagetypen in der Schweiz - Schlussbericht der Feldstudie 2010-2014. ZHAW Wädenswil, 2017. PDF
  • Funktionieren Amphibientunnel? Bericht aus "NL-Inside", 2017 / Les crapauducs fonctionnent-ils vraiment? Extrait de "NL-Inside", 2017. PDF (tedesco / francese)

 

 

bigra_a5_tafel_485px.jpg